giovedì 14 dicembre 2017

IL 24 e il 25 Novembre scorso, nella bellissima e magica location del Mercure Roma West Hotel e il 26 al Teatro Orione di Roma, L’associazione Belly Dance Italy Centro Taus ha presentato l’undicesima edizione della manifestazione internazionale “Marhaba Rome Festival”.

Uno strabiliante spettacolo di danza orientale con scenografie,coreografie,costumi e colori internazionali,si è svolto nella capitale grazie alla sua ideatrice l’insegnante e danzatrice Maryem Bent Anis,

 con la collaborazione della danzatrice ed insegnante Shahinaz, sotto la sapiente regia di M.me Samira Zenati, da anni ambasciatrice della cultura araba a Roma, più volte ospite alla RAI come esperta del settore.

Per questa occasione Maryem Bent Anis e M.me Samira Zenati hanno voluto dare un tocco diverso dal solito, invitando come  come  “Madrine” per la tre giorni, due icone della Tv su Italia 1 nel programma seguitissimo “GoggleBox” : La Principessa Conny Caracciolo e Roselyne Mirialachi
Il Marhaba Rome Festival è considerato non solo dagli addetti ai lavori, il festival italiano ed Europeo di danza orientale tra i più prestigiosi,grazie alle tante cooperazione di numerose scuole, associazioni ed insegnanti di Roma, d’Italia ed estere del settore.
 Per chi non conosce l’arabo, "Marhaba" è un diffusissimo saluto mediorientale e vuol dire "Salve" o "Benvenuto" insomma un richiamo all'ospitalità araba.
Centinaia sono state le danzatrici provenienti da tutto il mondo che sono intervenute con le loro performance, attraendo moltissimi  visitatori e spettatori che hanno potuto ammirare i tanti spettacoli offerti dal programma .
Fra le danzatrici internazionali che si sono esibite:Rosadela e Iris Sukara dalla Spagna, Angeles Cayunao e Corel Cayunao dall’Argentina, e le grandiose Jillina e Sharon Kihara dagli USA, le storiche ballerine Bellydance Superstars. Ovviamente le danzatrici Maryem Bent Anis e Shahinaz, icone della danza orientale a Roma, a loro volta meticolose personal-trainer di numerose danzatrici professioniste.

C’e stato anche un momento moda con “SAMIRA FASHION SHOW” (la moda nella danza orientale) e MISS BELLY DANCE ITALY 2017 ( concorso nazionale)
La ciliegina sulla torta è stata l’ultima sera al teatro “Nuovo Orione” con la Bellydance Evolution - Fantasm Odissey Of Dreams, manifestazione guidata dalle sue direttrici artistiche, in una nuova veste con produzione americana di Jillina Carlano,  le musiche originali di Paul Dinletir che ha portato a Roma più di 30 artisti dagli Stati Uniti, dall’America Latina e da tutta Europa.
Uno straordinario spettacolo di Teatro Danza, che unisce la Danza Orientale con nuove sperimentazioni e sonorità. Inoltre in scena l’ipnotica musa della Tribal Fusion “Sharon Kihara”, voluta fortissimamente dall’organizzatrice ed a giusta ragione Maryem Bent Anis.

Foto By Daniele Cama


 Ufficio Stampa: Giò Di Giorgio mail:ufficiostampagiodi@gmail.com

Daniela Dal Lago









mercoledì 13 dicembre 2017

Anteprima del film "Camminando nel cielo" del regista Angelo Antonucci. al cinema Caravaggio di Roma

Si è svolta l'anteprima del film "Camminando nel cielo" del regista Angelo Antonucci,ottimo riscontro da parte del pubblico presente, presso la sala del cinema Caravaggio di Roma. 

Hanno preso parte alla serata gli attori del film: Luca Mordenti, Edoardo Busterna, Alessio Pecorari, Laura Nasoni, Pietro Mirto, Sara Paduano, Antonella Ponziani, Aline Pilato, Marina Occhiena che hanno salutato il pubblico presente ed illustrato il film ed i rispettivi personaggi, introdotti dal regista Angelo Antonucci.

Hanno inoltre partecipato gli agenti di moda e spettacolo Emanuela Corsello ed Andrea Lamia  (organizzatore del film), l'attore Alex Partexano,l'attrice Milena Stornaiuolo,la Naturopata Anna Iannucci, la presentatrice Erika Gottardi, l'attrice Floriana Rignanese,Elisabetta Viaggi, Amedeo Goria, Catia Valdinoci, lo stilista Ilian Rachov e tanti altri

Poter parlare dell'argomento dell'handicap e di come questo viene percepito e gestito dal mondo dei giovani. Una storia ambientata nel mondo della scuola dove , attraverso una vicenda che si divide tra l'ironia e il dramma, i giovani si trovano a dover affrontare il problema dell' handicap, quando un loro amico di scuola, Alessio, al ritorno dalle vacanze arriva in carrozzella per un incidente sullo scooter avuto in estate. Questa nuova realtà pone molti interrogativi nella scuola e tra gli amici ed anche nella relazione sentimentale molto complicata, con le ragazze che incontra.

Soprattutto quando le difficoltà giornaliere e la mancanza di abbattimento delle barriere architettoniche crea molti problemi ad Alessio che cerca di non perdere mai il buon umore e la voglia di vivere. In particolare un muretto che nessuno si decide di abbattere, divide Alessio dal cortile esterno della scuola, costringendolo a fargli fare un giro incredibile tra marciapiedi e scalini.

Anzi spesso Alessio è costretto a rimanere a guardare gli amici da dietro il muro. I suoi amici più cari che cercano di non farlo sentire "diverso". Ma non la pensa così Ricky, il bullo della scuola che non manca occasione per umiliarlo. Dopo le difficoltà , a causa del suo stato, di intraprendere una storia sentimentale con una ragazza, Giulia, conosciuta durante la terapia in piscina, Alessio trova una nuova dimensione” nel volare con il deltaplano dopo una prima esitazione., poiché , come gli suggerisce un suo amico conosciuto in ospedale, Andrea, “Lassù in cielo sarà come camminare”.

Un giorno durante una perquisizione della polizia , per evitare di essere scoperto , Ricky nasconde delle dosi di hashish nello zainetto di Alessio che , sorpreso, a sua insaputa, finisce con il prendersi la colpa, ma tutti sanno che la responsabilità è di Ricky che invece nega tutto e per questo motivo viene "abbandonato" da tutti e perde anche la ragazza e la solidarietà di alcuni professori che cercavano di aiutarlo durante l'anno scolastico. Ricky , un giorno, entra a scuola, dopo che mancava da alcuni giorni per una sospensione.

Non trova nessuno e preso dalla rabbia per tutto ciò che ha creato di negativo, si avvia minaccioso con una grosso martello tra i corridoi della scuola. Ma le sue intenzioni sono tutt'altro che belligeranti, uscito fuori nel cortile va come una furia verso il muretto che vietava il passaggio ad Alessio e lo butta giù con tutta la violenza possibile, fino a ferirsi, ma il suo intento è quello di abbattere quell'ostacolo, morale e fisico e di cambiare vita.

Ricky pensava di essere solo, ma in realtà gli altri erano impegnati in un'assemblea scolastica ed attratti dai forti rumori si sono portati sul cortile ed hanno assistito alla scena. Ricky lascia cadere il martello e sta per andare via...Ricky lo ferma e lo raggiunge proprio attraverso il varco aperto nel muro da Ricky. Dopo una certa esitazione Alessio e Ricky si abbracciano, gli altri applaudono approvando il gesto.

Foto By Laura Pelargonio

 Uffici stampa Cinzia Loffredo e  Giò di Giorgio 


         Giò Di Giorgio